Dal il prologo del libro:
Cipango era il Giappone di Marco Polo. Distante, favoloso, inquietante e irraggiungibile. Cipango è per me quell’angoscia che s’annida nelle cose, nei paesaggi, nel tempo che passa. È la brutalità di uno sfioramento, la violenza dell’Est-Europa dei miei vent’anni o di un tardo pomeriggio estivo, la nostalgia per quello che non è stato. I frammenti che compongono questa raccolta sono i cocci disordinati di una rottura vecchia di dieci anni e mai ricomposta, sono preghiere rabbiose gridate contro un cielo sordo, allucinazioni terribili, sfoghi bellicosi, ma anche rassegnazioni, fotografie nostalgiche di momenti in bianco e nero, dichiarazioni d’amore e d’intenti. Parlano di Dio e di guerra, di violenza e macerie, di deserti, di freddo e distanze impercorribili. Cipango è la distanza che mi separa da me.

….

Sentinella
Ho studiato il silenzio
nelle notti insonni
passate a vegliare
con la freccia incoccata
sentinella in attesa
di vedermi apparire
all’orizzonte
contro l’alba di sangue.
E in silenzio m’attendo.

…..


Inverni nucleari
Abbiamo passato inverni interi
nucleari accovacciati
sulle stufe elettriche
per resistere al freddo
cambiando pelle e pettinature
allenando i muscoli congelati
a lavorare a temperature da spazio aperto
a camminare in campi di sterminio
di neve sporca, di foglie
e paesaggi lunari.
Inutile, perché l’universo è muto
e un ridicolo grido menomato
piega tutto
alla sua legge infame.

….


Aspettando l’atomica
Sono come un’isola
del Pacifico
di distanze e silenzi
mentre aspetto l’atomica.

ritratto di francesco costa; diritti riservati

Francesco Costa (Belluno, 1992) è laureato in Scienze Internazionali e Antropologia e si occupa di fotografia, pittura e parole. Attualmente residente a Venezia, ha vissuto a Gorizia, in Belgio e in Francia, dove ha partecipato al movimento libertario lionese e lavorato come ricercatore presso il poeta e sociologo anarchico Mimmo Pucciarelli. I suoi lavori sono presentati nel sito thisminimalshit.com, i suoi versi sono apparsi su varie riviste (Poetry Factory, L’Altrove, Il Visionario, 210A) e pubblicati nelle raccolte Cipango (2020, Ensemble) e La Foresta dei Cedri (2022, Ensemble). È autore anche del saggio satirico fantafilosofico Manuale di Filosofia Fantastica (2022, Link).

*Versi e foto ricevute direttamente dall’autore; tutti i diritti riservati.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.