Un cuore sciocco

versa lacrime d’argento

e al sonno s’abbandona

irrorando il suo dolore;

senza motivo piange,

come non avesse luogo

in cui cercare riparo,

è un cuore sciocco

e versa lacrime d’argento.

Ha un diamante di luce

che adorna le sue ferite,

e una luna di turgide perle

a lenire il suo pulsare;

e come Nārāyaṇa alla fine

dello spazio e del tempo

protegge la cosmica notte,

così questo mio sciocco cuore

ha come angelo custode

un diamante di luce.

E nel suo eterno battere

ogni pulsazione diviene mantra

la cui eco trasforma in fiore

ogni roccia del deserto.

*Versi ricevuti direttamente da Giancarlo Nārāyaṇa Fattori; tutti i diritti riservati.

**Immagine Banksy Girl and Heart Balloon postata dalla redazione del sito e liberamente tratta da wikimedia commons (licenza CC)

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.