Il languore si protrae,

si trascina per giorni.

A volte è in ritardo

per vertigine e sensi,

a volte il dubbio lo divora,

altre ancora è scalfito

dal momento fugace.

—-

Il cuore erige

edifici e cattedrali,

l’anima i rosoni

di cristallo colorato,

la passione costruisce bare,

per le apparenti morti d’amore.

—–

È artigiana, la passione:

conosce bene il suo mestiere,

e fa della bara una casa di piacere.

Non è la poltiglia di fango

a seppellirti, né il marmo algido,

né la fitta di dolore che s’irradia,

né i lombi stretti in una morsa:

—-

è lo scrigno di legno di ciliegio

che t’avvolge come una coperta.

*Versi ricevuti direttamente dall’Autore; tutti i diritti riservati.

*Immagine: cattedrale gotica postata dalla redazione e liberamente tratta da https://pixabay.com (licenza CC).

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.