“La Repubblica dei Poeti” rappresenta un progetto ambizioso e innovativo, specie per il mondo della Poesia Italiana e Internazionale.

Uno stato immaginario volto a celebrare e valorizzare la creatività poetica e i poeti.

“Una costituenda micronazione” come si legge sul sito ufficiale della Repubblica “con caratteristiche di autonomia e indipendenza rispetto ad altri stati, enti od organizzazioni; non ha ancora rivendicato o preso possesso di un territorio sulla terra ferma o in acque internazionali, e non ha aspirazioni di questo tipo (a differenza di altre micronazioni). Appartiene più poeticamente alla realtà dello spazio digitale (cyberspazio) e alla realtà del Pensiero umano.”

La Costituzione della Repubblica dei Poeti sarà approvata ufficialmente il prossimo 17 dicembre p.v., durante il Congresso fondativo che si svolgerà nella sede del Comune di Salento (SA).

Il promotore dell’iniziativa, Renato Ongania, già fondatore di WikiPoesia, tramite le pagine di Salerno Today ha dichiarato che l’intento della Repubblica “è quello di valorizzare i poeti italiani, attraverso una serie di iniziative sul territorio” e tra gli obbiettivi già prefissati si sottolinea “la sensibilizzazione di almeno una trentina di comuni in Italia, per dare vita a una comunità diffusa”.

Ad oggi, si legge sempre sulle pagine del quotidiano Campano, diversi sindaci in Abruzzo, Lombardia, Campania, Calabria e Sicilia si sono già dimostrati disposti ad aderire al progetto, ospitando la futura Repubblica.  

Da segnalare anche che la neonata Repubblica si è già dotata di un’istituzione culturale autonoma: l’Ordine di Dante Alighieri, che lavorerà per far conoscere la Divina Commedia nel mondo.

Oltre alle Madri e ai Padri fondatori, la micronazione prevede anche delle Partnerships, ossia delle specifiche collaborazioni con il progetto della Repubblica dei Poeti che possono essere attivate da Associazioni, Movimenti poetici, Progetti culturali e Festival.

Ad oggi, insieme al “Dinanimismo”, figurano ufficialmente tra le Partenerships anche altri movimenti poetici, come “La scuola empatica” di Menotti Lerro, insieme ad Associazioni (Associazione Life), Progetti Culturali (Anita Fidelis) e Festival Poetici (Festival Internazionale della Poesia Sociale fondato dalla poetessa Milena Cicatiello).

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.